Casa in campagna
Informazioni
TrovaOstia
Rubriche
Area Interattiva
Curiosità
SERVIZI OSTIALIDO.IT
Il Medico Risponde....
Il Dott. Mario D'Aprile risponde alle vostre domande in tema di salute e medicina generale.

Rubriche
Storia di Ostia
Architettura di Ostia
OstiaTube - I Video
ingiroIn giro per le strade...
Sport in spiaggia
Ostia dà i numeri!
Ostia HELPs!
Il FARO - Psicologia
Cartoline di Ostia
Condizioni Meteo

Informazioni
Eventi ad Ostia
Norme Balneazione
Demografica Ostia
Linee Autobus Ostia
Mappa di Ostia

Shopping
Shopping a Ostia
Articoli da regalo
Abbigliamento
Mutui ad Ostia
Ag. Immobiliari Ostia
Scuole private
Bomboniere
Intrattenimento ad Ostia

Turismo
Viaggi e Turismo
Hotels di Ostia
Bed & Breakfast
Camping di Ostia
Pizzerie
Ristoranti del Lido
Pub & Disco
Teatri di Ostia
Stabilimenti Balneari
Ostiaantica.net
Le nostre recensioni
 1000 CLICKs!

Curiosità
Intitolate a.......
Manuale del Bagnante
 Sculture di Sabbia
I papà di Ostia
I personaggi di Ostia
I giorni che mancano!
WallPaper di Ostia

Area Interattiva
Mercatino del Lido
Sondaggio di Ostia
OSTIABLOG
Udite...udite

Servizi per aziende
Servizio BANNER
 Ostialido.it in numeri
Ostialido.it ai raggi X

 

Il Medico Risponde a cura del Dott. Mario D'Aprile

Il mondo della medicina generale è articolato e complesso: se desiderate avere un chiarimento o una consulenza qualificata, potete porre una domanda al nostro esperto. Verrà data risposta, pubblicamente e senza alcun riferimento personale, alle domande ritenute di maggior interesse generale. Con l'invio della domanda se ne autorizza la pubblicazione in forma anonima.

Ricordiamo che il servizio è totalmente gratuito e che in nessun caso può sostituire una visita specialistica, né fornire diagnosi o indicazioni di cura.

Le informazioni date sono di carattere generale: cure e terapie personalizzate devono essere prescritte dal proprio medico curante.

Il servizio è curato dal Dott. Mario D'Aprile dello Studio Medico Associato Medicina Generale Convenzione S.S.N. sito in P.zza Giuliano della Rovere n. 12-13, LIDO DI OSTIA (ROMA) - tel: 065601661 - 0656320514


al 25 Novembre 2017 sono state effettuate 47 richieste


Pagina 3 di 5
INDIETRO - 1 2 3 4 5 - AVANTI


RICHIESTA del 18-07-2008 di Marco - Colesterolo
DOMANDA: Salve dott. Aprile, innanzitutto, la ringrazio per la risposta a proposito di Armolipid plus. La contatto nuovamente per chiederle se, nonostante sul bugiardino sia scritto che è preferibile assumere la compressa di sera, è possibile farlo dopo la colazione o il pranzo? Si riduce l'efficacia? Grazie! Marco

RISPOSTA del 22-07-2008: Può assumere l'integratore assieme o subito dopo il pasto (pranzo o cena) per fovorire l'assorbimento dei componenti attivi. Saluti, Dott D'Aprile


RICHIESTA del 17-07-2008 di Marco - Colesterolo
DOMANDA: Salve, mia madre (51 anni) ha problemi di colesterolo ereditario. Oggi ho ritirato le analisi e i suoi valori sono: Colesterolo tot. 307 Colesterolo Hdl 53 Colesterolo Ldl 200 Trigliceridi 229 Oggi il medico le ha consigliato di prendere Armolipid Plus. Desideravo chiedere se con questi valori il farmaco ha effetto, o se deve necessariamente prendere statine.

RISPOSTA del 17-07-2008: Sarebbe opportuno escludere altri fattori di rischio come ipertensione arteriosa, diabete, fumo, che moltiplicano l'effetto patogeno dell'ipercolesterolemia (carta del rischio cardiovascolare). L'armolipid plus è un integratore alimentare di sostanze naturali che riescono a volte, associati ad una dieta opportuna, a tenere sotto controllo i valori del colesterolo e dei trigliceridi. Gli effetti collaterali sono lievi (non si deve usare in gravidanza e durante l'allattamento e neanche se si fa una terapia con farmaci ipolipidemizzanti- non superare la dose consigliata). In assenza di ulteriori fattori di rischio.quando solo la dieta consigliata per ridurre i valori del colesterolo e dei trigliceridi non basta, per evitare di assumere veri e propri medicinali, è secondo me opportuno provare per tre mesi se con gli integratori si riesce a portare detti valori nella norma. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 12-07-2008 di marco - messaggio
DOMANDA: salve dottori,volevo porvi un mio = problema.due settimane fa sono stato con una prostituta di colore ed ho= avuto un rapporto vaginale, protetto ma mi si e' rotto il pro= filattico.fortunatamente,me ne sono accorto quasi subito= ed il rapporto e' durato qualche secondo meno di 10-15.non presentavo abrasioni,sangue e ferite sul pene almeno a vista d'occhio..faro' sicuramente i test necessari. ma volevo sapere se e quanto ho rischiato con un rapporto di questo tipo?e' giusta la mia 'ansia?

RISPOSTA del 14-07-2008: Il rischio è molto basso, quasi inesistente. Comunque le consiglio di sottoporsi ai test necessari. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 10-07-2008 di vincenzo - disidradamento
DOMANDA: come combattere al meglio la disidratazione? in mia mamma che i cui valori della azotemia risultano accentuati e lei è molto spossata e non riesce a camminare ...come farla bere? lei è in fase ultima di radioterapia poiche si parla di un intervento per la ricostruzione dell'ano....il metabolismo è opttimo tranne sti valori dell'azotemie iniziati dopo la radioterapia......non ha metastasi e adesso il tumopre è molto ridotto, insomma va benissimo dice l'oncologo

RISPOSTA del 14-07-2008: Secondo dati recenti, un ultra-75enne su sette residenti nei quartieri storici delle grandi città vive da recluso perchè senza ascensore. E uno su tre è poco o per nulla autosufficiente. Gli anziani, per un problema di ormoni che non producono più, non si rendono conto che durante la giornata non assumono abbastanza liquidi, ed in realtà si disidratano molto facilmente. Dieci bicchieri al giorno di acqua è la dose ideale secondo le indicazioni dell'Organizzazione mondiale della Sanità. Bene anche il the, soprattutto se tiepido, da evitare, invece, bevande gasate, in particolare se contengono caffeina e anche troppo caffè: sono diuretici e causano una perdita di liquidi invece di rimpiazzarli. Vietato l'alcol. L DECALOGO PER GLI ANZIANI NELL'EMERGENZA CALDO 1. Bevete molti liquidi, almeno un litro e mezzo al giorno 2. Arieggiate l ambiente. 3. Evitate di uscire nelle ore più calde. 4. Consumate pasti leggeri: pasta, frutta, verdura, gelati 5. All'aperto riparatevi il capo dal sole 6. In caso di mal di testa dopo una prolungata esposizione al sole, fate impacchi con acqua fresca per abbassare la temperatura corporea 7. Indossate abiti leggeri, chiari, di tessuti naturali 8. Non interrompete nè sostituite i farmaci, ma consultate sempre il vostro medico 9. Non sostate in automobili ferme al sole 10. possibilmente andate in vacanza in località collinari e termali. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 02-07-2008 di Renato - Diverticolite e relative complicazioni
DOMANDA: Buongiorno, Dr. D'Aprile - grazie per la cortese risposta (Rif. Resezione del sigma, Diverticolite perforata) Ho ritirato l'ultima analisi da "urinocultura" e risulta negativa. Credo possa prendere valore la tesi di "disbiosi intestinale" gia' menzionata in precedenza. Volevo avere conferma da un - gastroenterologo - ma gli appuntamenti sono un po' lunghi. E' cosi' indispensabile, secondo Lei, un parere dal gastroenterologo? Dal medico di base posso farmi prescr.probiotici e f.lattici ?

RISPOSTA del 02-07-2008: Le consiglio di rivolgersi tranquillamente al suo medico. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 28-06-2008 di Renato - Diverticoli al colon
DOMANDA: Buongiorno. Per i costanti dolori a seguito di resezione del sigma (da diverticolite perforata e tamponata) mi hanno parlato di possibile "Disbiosi Intestinale" : come puo' essere riscontrata, eventualmente, dal chirurgo che mi ha operato oppure con un esame specifico. Ho 59 anni. GRAZIE Cordiali saluti

RISPOSTA del 29-06-2008: La Disbiosi Intestinale è un'alterazione della flora batterica intestinale. Nell’intestino di individui sani i batteri anaerobi sono predominanti anche se la loro distribuzione è in relazione all’età, alle abitudini alimentari e igienico sanitarie.Predisponenti alla disbiosi sono le diete carenti di fibre o particolarmente ricche di generi alimentari raffinati (es. farina e zucchero), le intolleranze e la presenza nei cibi di sostanze tossiche come coloranti, conservanti, pesticidi, ormoni steroidei alimentari, etc. Non dimentichiamoci poi le intossicazioni da metalli pesanti (piombo, cadmio, mercurio) assunti sia con gli alimenti sia per altre vie. Varie patologie e disturbi funzionali, specialmente cronici,del tratto gastrointestinale quali “iper” o “ipo” acidità, pancreopatia, diverticolosi, gravi infezioni intestinali (da virus, da parassiti, da protozoi e elminiti), sindrome da malassorbimento, pancreatopatie e colangiopatie, sclerodermia ne sono coinvolte. Credo che nel suo caso, la disbiosi intestinale può essere causata più dalla diverticolosi che dall'intervento chirurgico subito.Il rimedio alla disbiosi è quello di assumere una dieta adeguata e/o l'impiego di cicli di probiotici e fermenti. La invito comunque a parlarne con il suo medico di medicina generale. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 23-06-2008 di Renato - Resezione del sigma per diverticolite
DOMANDA: Buongiorno, ho subito l'asportazione del sigma, a seguito di diverticolite con perforazione - tamponata - Sono passate quattro settimane ma avverto ancora dolori in tutto l'intestino e una ripresa molto, molto lenta. Clinicamente, sembra, sia andato tutto bene. niente infezioni, pericolo diescenza scongiurato. Lo stao di salute generale non e' dei migliori. (intervento in laparascopia) In piu' ho avuto una complicazione alle vie urinarie (in attesa di esito urinocultura) ???? Graz

RISPOSTA del 24-06-2008: Buongiorno, le informazioni da lei fornite fanno pensare a un buon postoperatorio. Non ha fornito i dati anagrafici. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 20-06-2008 di eugenio - occhio
DOMANDA: domanda:caro dottore la palpebra dell'occhio sinistro mi e' cresciuto vicino alle ciglia una palletta , che piu passa il tempo piu scresce, cosa mi consiglia di fare ? grazie della sua disponibilita'

RISPOSTA del 22-06-2008: Nello spessore della palpebra, vicino alla radice delle ciglia, si trovano delle ghiandole che producono sebo (Ghiandole di Meibomio). Talora il dotto escretore (cioè il canale attrraverso cui il sebo viene convogliato all'esterno) si ostruisce, provocando l'accumulo di sebo e la formazione di una massa rotondeggiante, che facilmente si infetta, arrossandosi, gonfiandosi e divenendo dolente. Questa situazione si chiama Orzaiolo. Passata la fase acuta, rimane un granuloma, cioè un noduletto, spesso molto piccolo, non infiammato, nello spessore della palpebra, chiamato Calazio (o Calazion). Molto spesso il calazio si reinfetta, provocando orzaioli ricorrenti, tanto che talora è necessario ricorrere ad un piccolo intervento chirurgico per rimuoverlo. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 11-06-2008 di franc - colesterolo
DOMANDA: sono una persona di 52 anni con una leggerà ipertensione il mio medico mi ha ordinato Armalipid plus perché i miei valori di colesterolo sono 260 e i trigliceridi sono 190 ,faccio presente che sono in sovra peso di 4 Kg per cui mi ha detto di rientrare nei limiti. Vorrei sapere se il farmaco e efficace e sopra tutto se ha controindicazione grazie franc

RISPOSTA del 11-06-2008: L'armolipid plus è un integratore alimentare di sostanze naturali che riescono a tenere sotto controllo i valori del colesterolo e dei trigliceridi. Gli effetti collaterali sono lievi (non si deve usare in gravidanza e durante l'allattamento e neanche se si fa una terapia con farmaci ipolipidemizzanti- non superare la dose consigliata). Quando solo la dieta consigliata per ridurre i valori del colesterolo e dei trigliceridi non basta, per evitare di assumere veri e propri medicinali, è secondo me opportuno provare se con gli integratori si riesce a portare detti valori nella norma. Saluti, dott. D'Aprile


RICHIESTA del 08-06-2008 di flavia - fibromialgia
DOMANDA: ho da tempo dei forti dolori alle ginocchie, al fondo schiena quando mi siedo e dolori in tutto il corpo anche quando mi sfioro la pelle, mi hanno detto in ospedale che potrebbe trattarsi di fibromialgia ma, la cura di cortisone non mi fa nessun effetto. Volevo sapere se un mio stato di depressione e ansia potrebbe aumentare certi dolori. Sono preoccupata

RISPOSTA del 09-06-2008: Nelle forme di depressione ed ansia i dolori sono variabili, ma generalmente si tratta di cefalea muscolo-tensiva, dolori muscolari bilaterali e simmetrici. La Fibromialgia è classificata tra i reumatismi extra-articolari, di natura funzionale. E’ caratterizzata da dolore muscolo-scheletrico diffuso cronico e dalla presenza di punti dolorosi (tender points) caratteristici.La Fibromialgia è inoltre caratterizzata da intensa stanchezza, già presente al risveglio mattutino, che si associa ad un corteo di sintomi neurovegetativi che spesso portano il malato a consultare molteplici specialisti e ad eseguire innumerevoli indagini di laboratorio e strumentali, prima che la diagnosi venga definita. Tra questi sono assai frequenti: disturbi intestinali, disordini del ciclo mestruale, cefalea, tachicardia, dispnea, ansia e depressione del tono dell’umore. Saluti, dott. D'Aprile


Pagina 3 di 5
INDIETRO - 1 2 3 4 5 - AVANTI


 

 

 


WSC

GRAZIANO AUTOSCUOLA

Eventi in campagna Country - Roma Nord

Eventi in campagna Country - Roma Nord

Servizi per aziende Shopping Sondaggio Mappa di Ostia  L'Editoriale Ostia HELPs
Eventi I papà di Ostia Udite...udite! Intitolate a...  Salute a Ostia Recensioni

condizioni generali - politica privacy - copyright@www.ostialido.it